17 Giorni in Birmania

This post is also available in: Inglese

(yangon - Kyaikhtiyo - Bago - Yangon - Heho - Kalaw - Pindaya - Inle Lake - Heho - Kengtung - Mandalay - Mingun - Sagaing - Monywa - Pakokku - Bagan - Mt. Popa - Bagan - Yangon)

Giorno 01 : YANGON /ARRIVO

shwedagon-pagoda-myanmarArrivo all’aeroporto di Yangon.Incontro di benvenuto con la vostra guida locale e trasferimento all’hotel prescelto.Nel pomeriggio visita della città partendo dalla Chaukhtatkyi Pagoda(un enorme Buddha reclinato)e la Karaweik Hall,una barca reale galleggiante sul lago Reale,ideale per una bella foto.Più tardi nel pomeriggio,visiteremo la Shwedagon Paya,così descritta da Somerset Maugham :”La Shwedagon rosa superba , scintillante con il suo oro , come un’improvvisa speranza nella notte oscura dell’anima di cui i mistici scrivono , scintillante contro la nebbia e il fumo della città fiorente “.Questo massiccio stupa a forma di campana,si erge per quasi 100 m,svettando dalla cima di una collinetta.Passeggiate all’interno di questa affascinante struttura fra i cortili,gli stupa,le campane,i templi,le immagini di Buddha ,osservando la moltitudine di visitatori sia laici che credenti,provenienti da tutte le parti del mondo.La Shwedagon è diventata il simbolo del Myanmar.Pernottamento a Yangon.

GIORNO 02: YANGON-KYAIKHTIYO

kyaikhtiyoeLa mattina presto,partenza in auto per Kyaikhtiyo (Golden Rock),il tragitto durerà circa 5 ore.Sulla strada si visita il Sittaung Bridge,un area lungo il fiume brulicante di attività,con piccoli mercati sulla sponda e il continuo andirivieni di piccole imbarcazioni cariche di merci e persone.Lungo il percorso,carretti trainati da bufali d’acqua sono lo scenario abituale.Dopo aver raggiunto il campo base Kimnon si cambia mezzo e si sale su un camion aperto verso Hermit Hill (approssimativamente 45 minuti).Da qui si continua a piedi verso la Golden Rock.Questa salita a tratti è ripida,ma sempre liscia e ogni 50-100 metri ci sono bancarelle coperte dove riposare o sorseggiare una bevanda fresca.Un gruppo di portatori è disponibile per chiunque necessitasse di aiuto e una portantina per coloro che non volessero o non potessero camminare.Successivamente si visita la Golden Rock Pagoda,un piccolo stupa piazzato in cima alla Golden Rock,un enorme masso di granito.Ricoperto dalle foglie d’oro applicate dai fedeli e precariamente in equilibrio sul bordo della montagna,si tramanda che rimanga sospeso “bilanciato da un capello di Buddha “.Si possono osservare centinaia di pellegrini accendere candele,incensi e dedicarsi ad opere di culto intorno a questo monumento sacro godendosi il tramonto seduti dietro di esso.Anche quando cala il buio,fervono le attività di preghiera e devozione.
Pernottamento a Kyaikhtiyo.

GIORNO 03:KYAIKTIYO – BAGO – YANGON

bagoDopo colazione si ripercorre il cammino in discesa giù per la montagna e dopo si continua il viaggio in auto verso il piccolo villaggio di Kyaikhtiyo.Durante il percorso si visitano una piantagione di anacardi e una di alberi della gomma.A Bago si visiterà l’interessante e variopinto mercato che offre numerose varietà di verdura,fiori,beni di prima necessità ,la Shwethalyaung Pagoda ( Buddha reclinato) , la Shwemawdaw Pagoda e poi si camminerà in direzione della Hintha Gon Pagoda,il luogo dove Bago fu fondata.Nel tardo pomeriggio si farà ritorno a Yangon.Pernottamento a Yangon.

GIORNO 4:YANGON-HEHO-KALAW (mezza giornata di escursioni)

Si prende un volo in mattinata per Heho.All’arrivo si viaggia in auto verso Kalaw (circa un’ora),un’incantevole stazione di montagna circondata da pinete.A Kalaw si visitano il mercato e il centro.Nel pomeriggio si guida per circa un quarto d’ora a nord-ovest della città;a un certo punto,l’auto si ferma ed è tempo di scendere per la nostra escursione a piedi.La strada e il sentiero,passano attraverso scenari meravigliosi come piantagioni di te e aranceti.Dopo circa un’ora e mezza/due ore,si raggiunge Pane Hne Pin,un villaggio tribale Palaung abitato da 600 persone.Questa gente trae il proprio sostentamento dal l’agricoltura e solo occasionalmente dalla caccia;vivono in lunghe abitazioni che vengono condivise da 4-5 gruppi familiari.Dal villaggio si cammina per un’ora in un’altra direzione per rincontrare l’auto sulla strada principale;si torna a Kalaw dopo circa 20 minuti di guida.Pernottamento a Kalaw.

GIORNO 5: KALAW – PINDAYA – INLE LAKE

pindayaIn mattinata viaggio in auto a Pindaya (circa un’ora e mezza di guida),un affascinante villaggio con numerosi laboratori artigianali di ombrelli di carta.Si visita la grotta Pindaya,famosa per le migliaia di statue di Buddha e un laboratorio di ombrelli di carta.Poi si continua a guidare fino a Nyaung Shwe (circa 3 ore) e si visita il monastero Shwe Yan Pyay,vecchio più di 150 anni.Questo monastero è il prediletto dai fotografi,per le sue peculiari,insolite finestre ovali.Non si dovrebbe mancare di visitare anche la pagoda proprio accanto al monastero.Intorno allo stupa c’è un corridoio simile a una grotta e i muri sono decorati da stupefacenti mosaici di vetro e hanno moltissime nicchie che ospitano statue di Buddha .Da Nyaung Shwe,si prende una tipica imbarcazione a motore in stile Inthar e si naviga verso il lago Inle.Pernottamento in albergo sul lago Inle.

GIORNO 6: INLE LAKE – INDEIN – INLE LAKE

inlelakeIntero giorno di escursioni sul lago Inle (25km),celebre per i barcaioli che remano con una gamba sola,con i tipici giardini e orti galleggianti, i tradizionali metodi di pesca e la peculiare vita nei villaggi locali e la pagoda Phaung Daw Oo che custodisce 5 veneratissime statue di Buddha quasi prive di forma,così contorte a causa dell’incredibile quantità di foglie d’oro applicate come dono dai credenti.Si pensa che queste statue siano giunte qui nel dodicesimo secolo.Nel pomeriggio si visitano i laboratori di produzione della seta nel villaggio Phaw Khon ed infine si visita il monastero Nga Phe Chaung(il più grande e antico di tutta la zona del lago).Si prosegue il giro sulla canoa motorizzata verso Indein(circa un’ora e mezza) per vedere le antiche pagode in stile Bagan e Shan,costruite durante il periodo di Bagan,attraversando meravigliosi scenari fra le alte erbe e i piccoli acquitrini.Le rovine delle pagode,nascoste fra i cespugli vi daranno l’impressione di essere tornati indietro al dodicesimo secolo….Pernottamento sul lago Inle.

GIORNO 7: INLE LAKE – HEHO – KENGTUNG

In mattinata si va all’aeroporto di Heho per prendere il volo per Kengtung.Nel pomeriggio si visita la pagoda Maha Myat Muni,che custodisce una statua di Buddha sullo stile di quella di Mandalay,vicino a un monastero dove i monaci apprendono il linguaggio “Khun”,molto simile a quello usato in Thailandia del nord.Si prosegue poi verso i laboratori artigianali di lacca Shan,per istruirsi sull’interessante processo di lavorazione.Pernottamento a Kengtung.

GIORNO 8: KENGTUNG (PINTAUK AREA)

Dopo colazione partenza in auto verso l’area di Pin Tauk(circa 1 ora).Lungo la strada si osserva la lussureggiante foresta monsonica mescolarsi con i delicati campi di riso,come fossero un’enorme coperta patchwork scintillante dell’acqua delle risaie allagate.La nostra guida locale ci introdurrà nei villaggi delle tribù Aka e An.Qualche persona è battezzata,altre invece sono ancora animiste.La camminata non è difficoltosa e si può tenere un’andatura moderata.;qualche villaggio An è situato in collina e allora il percorso può diventare ripido per circa il 45%,ma non dura più di mezz’ora.Il popolo An è noto per essere la tribù dall’indole più mite:non si sono mai registrati episodi di violenza fra i membri di questa etnia.Ci vorranno all’incirca 6 ore per visitare i villaggi e le loro tipiche abitazioni.Pernottamento a Kengtung.

GIORNO 9: KENGTUNG (LOI TRIBE)

Dopo colazione si parte in auto verso Malia(2 ore circa),una grande città al confine cinese.Da lì,con un’escursione a piedi di un ora e mezza,si raggiungono i villaggi della tribù Loi.I membri di questa tribù ,preferiscono vivere in lunghe,enormi case condividendole anche con 5 famiglie.Prima di conoscere i Loi si visita un antico monastero,veramente splendido e diverso dagli altri.Non più di 20 turisti all’anno,visitano questo luogo!Ad un’ora di distanza si trova un altro villaggio Loi(Wan Seng).Il paesaggio è incantevole e il percorso non è faticoso.Ritorno a Kengtung e pernottamento.

GIORNO 10: KENGTUNG – MANDALAY

mahamyatmuniIl mattino presto si visita il vivace mercato che offre una mescolanza di prodotti locali,artigianato tradizionale tipico delle diverse tribù e mercanzie dalla Thailandia e dalla Cina.Se il tempo lo consente,si può visitare un villaggio Akhu(da non confondere con la tribù “Akhar”)Gli Akhu sono soliti indossare il colore nero per vestire la parte alta del corpo,e le donne sfoggiano ai lobi vistosi orecchini d’argento.Nel pomeriggio,trasferimento in aeroporto per il volo per Mandalay.Pernottamento a Mandalay.

GIORNO11:MANDALAY-MINGUN-MANDALAY

mingunDopo colazione,viaggio in auto sulla collina di Mandalay,un bel punto panoramico sulla città.Una canzone famosa in Myanmar dice:”se vuoi vivere a lungo,devi salire sulla collina di Mandalay “.Poi si visitano il monastero Shwenandaw,noto per le sue squisite sculture di legno,il monastero Atumashi,”l’Incomparabile Monastero “e la pagoda Kuthodaw,conosciuta come il libro più grande del mondo per le sue lapidi di pietra riportanti le scritture buddiste.Quindi si procede verse la pagoda Mahamuni con la sua spettacolare statua di Buddha completamente ricoperta da innumerevoli lamine di foglia d’oro.nel pomeriggio trasferimento al molo Mayan per vedere la fervente attività sulla riva del fiume,prima di salire su una barca locale e navigare verso l’antica capitale Mingun(circa un’ora).Si visita la pagoda Settawya che custodisce un’impronta del piede di Buddha,poi si cammina fino alla campana di Mingun e la vicina,incompiuta pagoda,costruita per essere la pagoda più grande del mondo e si visita anche la pagoda Hsinbyume,riproduzione del mitologico Monte Meru.Poi si fa ritorno a Mandalay.Pernottamento a Mandalay.

GIORNO 12: MANDALAY – SAGAING – MONYWA

monywaDopo colazione partenza in auto verso Sagaing,21 km a sud-ovest di Mandalay.Si visita la pagoda Kaunghmudaw ,dalla forma di enorme cupola e,dopo una breve sosta ai laboratori artigianali dell’argento ,si procede verso la colina di Sagaing,un ritiro per i devoti buddisti con numerose pagode,monasteri e conventi.Poi ci si dirige a Monywa (circa 3 ore di auto),una caratteristica città del Myanmar ubicata sulla sponda del fiume Chindwin.Nel pomeriggio visita al tempio Than Buddhay,in stile Induista,l’unico di tutto il Myanmar,splendidamente decorato con le opere di stucco migliori del paese,costruito nel diciassettesimo secolo.In fine all’ora del tramonto,si raggiunge la pagoda Alantayar,che ospita la più grande statua di Buddha reclinato di tutto il sud-est asiatico,più di 600 piedi di lunghezza.Pernottamento a Monywa.

GIORNO 13: MONYWA – PAKOKKU – BAGAN

bagan-balloonAl mattino,partenza in auto per Pakokku,una vivace città legata al commercio del tabacco.Sulla strada ci si può fermare a Yesagyo,dove si può visitare la produzione artigianale casalinga di bastoncini di incenso,usati ovunque in Myanmar come offerta per il Buddha e i Nats(spiriti della tradizione popolare).Inoltre ci si può anche fermare in qualche villaggio,per osservare da vicino la vita quotidiana degli abitanti delle zone rurali.Arrivando a Pakokku si può anche osservare qualche casa dove si produce la cartapesta ;è anche interessante visitare le abitazioni dove si tesse al telaio.Quindi si prende una barca privata per attraversare il possente fiume Ayeyarwaddy verso Bagan (circa un’ora e mezza).Migliaia di pagode in rovina,si ergono maestosamente sulla pianura,creando una scena senza tempo ,testimonianza di un glorioso passato. Pernottamento a Bagan.

GIORNO 14:BAGAN

baganL’intera giornata è dedicata al tour di visita di Bagan con una selezione dei principali luoghi d’interesse,pagode e templi come la pagoda Shwezigon , costruita dal re Anawrahta all’inizio del undicesimo secolo come un santuario religioso;il tempio Gu Byauk Gyi(Wetkyi-in),un tempio con squisiti murali rappresentanti scene dei Jataka(parabole sulle vite precedenti di Buddha);il tempio Ananda,con quattro gigantesche statue di Buddha in piedi e numerosissime statue di Buddha seduto,poste in nicchie lungo tutta la galleria centrale;il tempio Shwe Gu Gyi noto per le sue sculture di stucco e la vista panoramica sugli innumerevoli monumenti dell’area;la visita di Bagan continua includendo il tempio Manuha,costruito in stile Mon a partire dal 1059;il tempio Nanphaya,che si dice sia stato una delle residenze del re Manuha;il Gu Byauk Gyi Temple (Myinkabar) al cui interno si sono conservati affreschi molto belli.Si godrà la spettacolare vista del tramonto dalla terrazza della Pagoda Shwesandaw.

GIORNO 15: BAGAN – POPA – BAGAN

popaDopo colazione si parte in auto verso il Mt.Popa,il grande vulcano inattivo. Svettante con la sua cima scintillante,la solitaria rupe vulcanica del Monte Popa,è la dimora dei più potenti “Nat”del Myanmar.Si visita il museo che espone 37 statue ad altezza naturale delle divinità Nat.Camminando lungo una scala verso gli stupa,si raggiunge la cima della collina sopra il museo,incontrando numerosi pellegrini lungo la via.Nel pomeriggio si fa ritorno a Bagan (circa un’ora ora e mezza di auto);durante il tragitto si visita qualche villaggio e si osserva la raccolta di succo di Palma e la sua trasformazione in zucchero di palma.Pernottamento a Bagan.

GIORNO 16: BAGAN – YANGON

shwedagonopo colazione,trasferimento all’aeroporto e volo per Yangon.Una volta arrivati,la visita della città parte con la Sule Paya,la cui datazione risale a 2000 anni fa,il parco Mahabandola con il suo Monumento dell’ Indipendenza e prosegue con una passeggiata in centro.Negli ampi viali,nell’ordinata pianificazione urbanistica,negli ormai decadenti edifici pubblici rivive l’immagine del dominio britannico;mentre le strade brulicanti di vita e le scintillanti pagode che occhieggiano fra le fronde degli alberi,suggeriscono la variopinta ricchezza della cultura locale.I grattacieli e le abbaglianti insegne al neon non hanno ancora intaccato la capitale. Pernottamento a Yangon.

GIORNO 17:YANGON/PARTENZA

Dopo colazione,trasferimento all’aeroporto internazionale di Yangon per il volo di ritorno.

  IL SERVIZIO INCLUDE:

  • Pernottamento e prima colazione in camera doppia
  • Guida parlante italiano o inglese durante il tour
  • Voli interni con Air Bagan, Asian Wings, Yangon Air or Air Kanbawza
  • Auto/van/bus con aria condizionata durante il tour
  • I biglietti d’ingresso come indicato nel nostro itinerario
  • Barca a Mingun e sul lago Inle,barca fra Pakokku e Bagan
  • Camion scoperto a Kyaikhtiyo
  • facchinaggio agli aereoporto e ai moli.

 

NON INCLUSO:

  • Voli internazionali per/da Yangon (oppure) Mandalay
  • Spese per il visto
  • Checkin anticipato o Checkout posticipato
  • Facchinaggio in hotels,mance,bevande
  • Spese bancarie
  • Mongolfiera su Bagan..etc..